domenica 18 aprile 2010

parole

Philip Guston/Book

Secoli di poesia e siamo sempre al punto di partenza
Charles Bukowski

13 commenti:

  1. Cambia la forma di pensieri già pensati , di emozioni e sentimenti già provati...

    RispondiElimina
  2. Se il punto di partenza è l'essere umano sì.

    :-)

    RispondiElimina
  3. L'idea di Breton non si è realizzata...

    RispondiElimina
  4. le parole che contano possono essere comodamente enumerate sulle dita di una mano :)

    RispondiElimina
  5. Dice Levi Montalcini "Il nostro cervello è fatto di due cervelli.Un cervello arcaico, limbico, localizzato nell'ippocampo, che non si è praticamente evoluto da tre milioni di anni fa a oggi, e non differisce molto tra l'homo sapiens e i mammiferi inferiori. Un cervello piccolo, ma che possiede una forza straordinaria. Controlla tutte quelle che sono le emozioni. L'altro cervello è quello cognitivo, molto più giovane. E' nato con il linguaggio e in 150mila anni ha vissuto uno sviluppo straordinario, specialmente grazie alla cultura. Purtroppo, buona parte del nostro comportamento è ancora guidata dal cervello arcaico. tutte le grandi tragedie-la Shoah, le guerre, il nazismo, il razzismo- sono dovute alla prevalenza della componente emotiva su quella cognitiva. E il cervello arcaico è così abile da indurci a pensare che tutto questo sia controllato dal nostro pensiero, quando non è così." (Intervista rilasciata a Wired - marzo 2009)
    Naturalmente nel cervello arcaico non risiedono solo le emozioni distruttive, ma anche l'amore, l'affettività, le emozioni positive, tuttavia, ed è una domanda che mi sono fatta spesso anch'io, non si spiega come l'evoluzione di questa parte del cervello non abbia compiuto significativi progressi dalla comparsa dell'uomo sulla terra.

    Forse dovremmo imparare a riconoscere le emozioni che proviamo,a diventarne consapevoli, anzichè lasciarcene travolgere e continuare a credere che la poesia ci salverà la vita.
    Scusa Gaz se mi sono tanto dilungata. :)

    RispondiElimina
  6. Grazie a Gaz per lo stimolo e a Filo per la risposta.
    s.

    RispondiElimina
  7. Nessuno sconforto, dobbiamo sempre essere pronti a ricominciare sempre. Allora, pronti...via!

    RispondiElimina
  8. Siamo quel che siamo, ma l'ala d'un gabbiano può far volar lontano...

    RispondiElimina
  9. Uno stimolo, come dice @soundsetting, per portare i pensieri e le riflessioni a diventare segni, parole, lettere scritte.
    Di questo ringrazio la rete che tesse reti di persone lontane ma raccolte e in ascolto!
    Di questo ringrazio voi tutti.

    RispondiElimina
  10. dai ..non siamo al punto di partenza ;-)

    RispondiElimina

Se possibile, non commentare come "Anonimo": nel sottostante menù a tendina è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi non ha un blog/sito può lasciare vuoto il campo "URL".