venerdì 15 maggio 2009

raccolta differenziata

Raccolgo
con attenzione
e cura,
selezionando
le differenze.

16 commenti:

  1. A cinque km da casa mia stanno per dare vita a un nuovo impianto di incenerimento/gassificazione, un impianto enorme che emetterà al camino 257.800 Nm3/h di fumi e diverse tonnellate di ossidi di azoto, zolfo, carbonio, diossina pari a 0,050 ng/Nm3 . Temo che le mie fatiche nel differenziare, vadano a quel Paese... perché mi faranno schiattare presto.

    RispondiElimina
  2. È importante riciclare le differenze che devono essere salvaguardate. Sempre.

    sh

    RispondiElimina
  3. Scommetto che ce ne vogliono assai, di contenitori. ;-)

    RispondiElimina
  4. Bisogna differenziare alla fonte...

    RispondiElimina
  5. Differenziare, distinguere, discriminare (nel suo significato positivo di saper non fare di tutta l'erba un fascio)... ne siamo davvero ancora capaci?

    RispondiElimina
  6. Ross... hai colto in pieno!
    Chiediamocelo davvero.

    RispondiElimina
  7. Qui ai Castelli Romani sono comparsi i secchi per la raccolta differenziata e si sono moltiplicate le file, perchè sono aumentate le vetture che raccolgono le immondizie.
    Prima c'era solo un camion, ora sullo stesso sito se ne avvicendano quattro o cinque...
    :)
    Sopportiamo con pazienza ogni disagio, per il bene dell'ambiente.

    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  8. ...e il resto lo bruciamo volentieri...

    RispondiElimina
  9. Quoto Ross.Come direbbe Hegel: "La notte in cui tutte le vacche sono nere".
    Io per esempio sono 18 anni che mi chiedo se la gatta che mi gironzola per casa sia realmente nera ;)

    RispondiElimina
  10. Riciclare è il futuro, anche per recuperare le materie

    RispondiElimina
  11. si raccolgono materiali utili e riciclabili... si affidano gli scarti al loro destino ?

    RispondiElimina
  12. Selezionare le differenze è il primo passo per accorgersi di loro ed amarle.

    Mi piace da impazzire questo tuo breve, profondissimo post.

    Un bacio.

    RispondiElimina
  13. ma i fazzoletti smocciolati, vanno nell'organico o nella carta?:)

    RispondiElimina
  14. avevo colto un altro senso.
    se è quello che intendo io, andiamo perdendo giorno per giorno la capacità di salvaguardare ed esaltare, senza discriminare quella degli altri di individualità/particolarità/diversità, si in senso positivo.
    e poi cosa ci rimarrà? uan povertà, di spirito!

    RispondiElimina
  15. E' cosi che si incominciano ad apprezzare le biodiversita'.
    ciao e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  16. Ed è un lavoro sporco, ma qualcuno deve pur farlo...;-)

    RispondiElimina

Se possibile, non commentare come "Anonimo": nel sottostante menù a tendina è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi non ha un blog/sito può lasciare vuoto il campo "URL".