martedì 16 giugno 2009

La cosa più semplice
più facile
Dire sì
Ma anche pensare sì
Anche fare sì
E invece no
E' più difficile


25 commenti:

  1. i bambini imparano prima a dire no che si...

    RispondiElimina
  2. sì o no, è difficile essere coerenti

    RispondiElimina
  3. Eh! E' difficile si!

    Come rispondere alla moglie che ti chiede: "Mi faresti un favore??"

    Eh...dire si può significare a quel punto:

    1- fare il giardino
    2- passare il folletto per tutte le stanze di casa
    3- cambiare il pannolino carico di materiale radioattivo di tuo figlio scagazzante
    4- uscire a fare la spesa....

    A tal punto....humn...."dipende" è la risposta migliore! :D

    ehmn...vabbè ciao

    RispondiElimina
  4. Sembra difficile,però ti assicuro che si impara presto.

    RispondiElimina
  5. capita quasi sempre che le cose giuste siano le più faticose
    Sussurri obliqui

    RispondiElimina
  6. Il sì più impegnativo che abbia pronunciato
    è stato quando il prete all'altare ha domandato
    "vuoi tu prendere quest'uomo per marito?
    ebbene sì, accetto questo anello al dito!
    Cara Gaz,ne è passato di tempo!!
    Baci.

    RispondiElimina
  7. se si tirano le giuste leve, SI, si fanno tante cose. anche le più incredibili, Basta crederci, Credici, Credici di più! :P

    Come diceva un tizio abbronzato "Yes, we can!"

    RispondiElimina
  8. Per fortuna esistono anche le risposte intermedie.Non so,forse,ci devo pensare,ti farò sapere,devo controllare gli impegni,vediamo più avanti,non saprei così su due piedi,vorrei ma non posso,è contrario alla mia religione,etc... :)

    RispondiElimina
  9. Dire sì è sicuramente la cosa più semplice (la quasi totalità delle persone dice sì). PENSARE e FARE sì è quella più difficile (e rara). Ciao Gaz, un bacio.

    RispondiElimina
  10. Du, per me si, infatti.
    Pat, brava, dovremo mantenerci bimbi allora. Ciao
    Skip la coerenza, questa sconosciuta ;-)
    Sup, detto piede di piombo :D))
    Aleph, si? ancora sto imparando. ciao
    Re, :-)
    Prog, eh già, ma arrivi ad un punto di preferire il maggior impegno a facili conquiste.
    Filo, ed è come fosse ieri...:-) un abbraccio
    Carlo, mò ce provo, me sforzo...il tuo ottimismo è contagioso!
    Jaenada, detto piede di piombo 2, la vendetta :)
    Cris, e infatti io sto imparando il no! ciaooo

    RispondiElimina
  11. Imparare a dire di no è più importante che imparare il latino, mi disse tanti anni fa un mio alunno. Io gli sorrisi. Ora penso che imparare il latino può essere molto utile per imparare a dire no. E non solo il latino, ovviamente.

    RispondiElimina
  12. Nel sistema numerico binario, SI e NO hanno lo stesso peso, non ci sono difficoltà... 'Ci sono solo 10 tipi di persone nel mondo: chi comprende il sistema binario e chi no.'

    Ciao Gaz :-D

    RispondiElimina
  13. Scorfano, però quel tuo alunno ti stava simpatico, ammettilo :-)
    Ciao

    Cigolino, puoi ripetere, non ho capito eh eh!!

    RispondiElimina
  14. Volevo solo indicare un mondo in cui SI e NO sono assoluti e non possono avere sfumature, dove non ci sono incertezze nel prendere decisioni, dove non ci sono 'ribellioni'.

    La seconda parte del commento è come quella del buon natale nel linguaggio delle macchine ;-D

    Perdonami se ti riesco incomprensibile, sai che sono un tecnico...

    RispondiElimina
  15. Cigolino, grazie della spiegazione.
    In questo mondo di incertezze, per fortuna un pò di sana concretezza!
    Ciao e a presto ;-)

    RispondiElimina
  16. I miei si occupano il 98 per cento delle combinazioni, a volte sono faticosi più di un no anche se sono stati affermati con sincerità e tranquillità.

    RispondiElimina
  17. Ciao Enzo, l'importante è proprio quello: sincerità e tranquillità.
    Bentrovato e grazie :)

    RispondiElimina
  18. Em, grande astutillo, illuminante, ihihih

    RispondiElimina
  19. E' vero, la gente dice quasi sempre "Si" , ma non è sempre così. Pensate he l'alro giorno ho trovato un amico , notoriamente ricco e gli ho detto: Me li presti 100 mila euro e lui ha detto "No". Mannaggia alla sfortuna , per un semplice no ho perso 100 mila euro.

    RispondiElimina
  20. già...dire sì apre alle possibilità, all'ignoto e spaventa. Bello questo post. ciao.

    RispondiElimina
  21. Simonetta, già...!
    Benvenuta :-)

    RispondiElimina

Se possibile, non commentare come "Anonimo": nel sottostante menù a tendina è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi non ha un blog/sito può lasciare vuoto il campo "URL".