sabato 4 aprile 2009

dedicato

Si può vivere
a ritmo ridotto
si può mettere
la marcia più bassa
sprecare poco carburante
non andare
contro la
forza di gravità.

Si può
sedersi ed aspettare.

Ma la vita reclama,
pretende,
esige...tiranna e
salvifica.

13 commenti:

  1. Già...esattamente così, niente da dire. Ciao

    RispondiElimina
  2. Sembra uno scritto di Kurt Cobain. Un ricordo indiretto dei 15 anni senza di lui.

    RispondiElimina
  3. Come la luna,le maree, le stagioni,attraversiamo anche noi fasi crescenti e calanti.L'importante è capire che cosa ci succede senza opporsi, accettarlo, mettersi per un po'in stand-by, ma ricettivi, in attesa che qualche pensiero più nuovo e originale dei precedenti rimetta in movimento il motore.
    Ciao Gaz. ;)

    RispondiElimina
  4. Penso che la vita mi abbia già reclamato tanto.
    Penso che la vita abbia voluto esigermi tanto.
    Penso che la vita sia più tirannica che salvifica ma, nonostante tutto, noi cosa possiamo fare ??? Siamo solo dei piccoli, insignificanti e inutili esseri umani.
    Ciao alla prossima

    RispondiElimina
  5. ..Ma la vita reclama,
    pretende,
    esige...tiranna e
    salvifica."
    Sul salvifica non sono d'accordo... a meno che la vita tiranna che affama e uccide poi non salvifica in paradiso?

    RispondiElimina
  6. Filo, tu...mi hai letto nel pensiero.

    RispondiElimina
  7. Ma è la vita o il capufficio? :)

    RispondiElimina
  8. Ciao Aleph !

    Alligatore, non conoscendo gli scritti di Kurt Cobain, da come ne scrivi, deve essere proprio un bel complimento. Grazie :)

    Filo, ben detto, il mio problema è che poi mi ci abituo e faccio sempre meno, da incorreggibile pigrona quale sono ;)

    Errebi, piccoli, insignificanti e inutili? chiedilo a chi ti vuol bene se la pensano così?
    e tu la pensi così di loro?

    River, salvifica perchè non ti lascia crogiolare, non permette che sprechi il tuo tempo, perchè non ti vuole rinunciatario già in partenza, la vita è dura si sa, ma ti permette di andare...oltre, se lo vuoi! Credo ;-)

    Cristina, intanto benvenuta da blogger - ti ho già inserita tra i miei amici blogger - :)
    A presto

    RispondiElimina
  9. Jaenada, è la vita, il capufficio è solo rompiballe ;-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  10. "Si può vivere
    a ritmo ridotto
    si può mettere
    la marcia più bassa
    sprecare poco carburante
    non andare
    contro la
    forza di gravità..."

    Sarebbe davvero vivere o sopravvivere?

    RispondiElimina
  11. Unfor, è un vivere lento, come dice Filo basta restare attenti, ricettivi agli stimoli giusti per noi, per riprendere velocità... A presto!

    RispondiElimina
  12. Mi ritrovo nel pensiero di Filo e lo faccio mio. Al punto che nella stanza in cui mi ritiro, sorta di corsia di decellerazione allestita in un blog simile a questo, ho messo in primo piano la luna per seguirne le fasi. Non mi ha risolto i problemi con il capo, per cui sto ancora aspettando di sviluppare un Sè osservante che mi permetta di vedere 'dall'esterno' le mie reazioni per sgonfiarle.
    Ma almeno nell'attesa c'è qualcuno con cui prendermela...

    RispondiElimina
  13. Soudsetting, fai bene, serve anche questo, anche il confronto con altri... A presto, ciao!

    RispondiElimina

Se possibile, non commentare come "Anonimo": nel sottostante menù a tendina è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi non ha un blog/sito può lasciare vuoto il campo "URL".