giovedì 20 novembre 2008

piaceri

Mi piace molto il pesce, se potessi lo mangerei più spesso, ma comperare il pesce al pomeriggio in un supermercato, mi fa ... tristezza! Mi piace tantissimo, se posso, andare al mercato alla mattina e fermarmi ad un banco del pesce a caso, ascoltare la gente prima di me che sceglie, chiede, si fa consigliare dal pescivendolo, grande esperto, tutti i pescivendoli sono ottimi cuochi (così sembra)!!!
Oggi ho trovato del pesce bellissimo, si proprio bellissimo : cappelunghe e canocchie.
Sò che forse qualcuno, animo sensibile, potrà dispiacersi, ma erano entrambi..... vive, belle vive, fresche e grosse.
Ho messo le cappelunghe a "spurgare" nell'acqua e sale per almeno un'oretta.

Poi le ho lavate bene sotto l'acqua corrente, asciugate un pochino e cucinate nel più semplice dei modi: in una padella larga ho messo uno spicchio d'aglio nell'olio extra vergine d'oliva e poi ho aggiunto le cappelunghe, cotte a fuoco vivace, in poco tempo si sono aperte tutte e si lasciano asciugare un pò nel loro sugo, spolverata di pepe e sono pronte. Sono semplicemente squisite, chi vuole può aggiungere poi solo un pò di limone .... mmm


Ma ho anche le canocchie! Le lavo bene e le butto nell'acqua salata che bolle. Attenzione ai tempi di cottura, al primo ritorno del bollore si deve subito spegnere il fuoco. Una volta che si sono raffredate, bisogna curarle. Stavolta non ho fotografato i vari passaggi, mi riprometto di farlo la prossima volta. Sale pepe e olio, limone a piacere e ... a tavola!!!

23 commenti:

  1. Menomle che ci sono le foto, altrimenti non capivo mica cosa avessi cucinato, sai? La "cappelunghe" qua si chiamano "cannolicchi" e le "canocchie" sarebbero le "cicale"! Mi piacciono entrambi. Adoro i crostacei, un pò meno il pesce "di lisca". Ciao Gaz, buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Le canocchie sono spettacolari. Ne bastano una mezza-dozzina per insaporire sia il brodetto che qualsiasi sugo.
    E anche qua, insomma piuttosto nell'entroterra si trovano feresce fresce.
    Diverso discorso per le cannelline, quelle sinceramente non saprei anche perche' non avevo idea di come si cucinavano.
    Che fame!
    ciao

    RispondiElimina
  3. Dalle mie parti i cannolicchi non credo di averli mai visti in pescheria, le cicale di mare pochissime volte (e a giudicare dal loro prezzo sembrava fossero ricoperte d'oro). Qui nella palude padana, al massimo si pescano le rane. :D

    RispondiElimina
  4. Le foto che hai messo feriscono le mie povere papille gustative (e capeonghe!!!)
    Vedrò di rifarmi al più presto...diciamo venerdì ;-)

    RispondiElimina
  5. no no no no!!!! Non posso aprire a quest'ora 'sto blog e leggere tutto 'sto bendidio!!!
    Lascia un po' di cose da parte che arrivo! :-)

    RispondiElimina
  6. E vabé, ormai è la regola.

    RispondiElimina
  7. pesse, ma dove pesse? canoce e capelunghe, crostacei e molluschi, in 'talian...

    ps: solo invidia la mia ;-)

    RispondiElimina
  8. Cris, abbiamo li stessi gusti allora! Buona giornata a te :)

    Duhangst, è un buon segno!! :D

    Suby, le "cannelline" come dici tu, te le consiglio davvero, sono buonissime, hanno un unico difetto, sono "esose"... ciao cara!

    Ross, facciamo uno scambio allora, io le rane no, mai mangiate, dicono che fritte siano buone... mah! Devo prepararmi psicologicamente prima, però!!! un bacione

    Caigo, anche a te piacciono eh!!! buongustaio :)
    Si oggi è La Salute, si può fare. Buona Salute!!

    Thelonious, fa presto però, me raccomando, una tira l'altra... :D

    Paloz, appunto:) per te c'è la cotoletta ahahah

    Paolo, hai ragione, anche a me veniva strano in italiano, ma qua passa anca i stranieri... :D
    (ma in diaetto o in 'talian, sempre bone e ze)
    Ciao

    RispondiElimina
  9. Mai visti simili crostacei nè tantomeno assaggiati, eppure in pescheria ci vado spesso! Comunque devono essere squisiti.
    Ciao Gaz.

    RispondiElimina
  10. Si Filo, sono buonissimi, te li consiglio! Prova chiedere in pescheria!!!
    Buona notte :-)

    RispondiElimina
  11. Ciao gaz,mi trovo qui per caso e subito mi viene l'acquolina..buone le cannocchie..e bello il tuo blog!
    Passerò a trovarti con più calma molto presto
    ciao ciao

    RispondiElimina
  12. Ciao Elisabetta, grazie e... passa quando vuoi :-)

    RispondiElimina
  13. Dalle mie parti i cannolicchi ('e cannulicchie) si mangiano vivi.Quando ero bambino ricordo gli adulti che si fermavano davanti alle pescherie,il pescivendolo gli forniva un mezzo limone e l'avventore prendeva direttamente il cannolicchio dalla bacinella e lo mangiava seduta stante mentre faceva il resto della spesa.Non sarà stato molto igienico ma creava un clima di grande socialità e simpatia.....

    RispondiElimina
  14. Bello il tuo blog, ti verrò ancora a trovare.....ciao

    RispondiElimina
  15. Jaenada,devono essere ben freschi per essere mangiati crudi... :)
    Ciao e a presto!

    Gturs, grazie. Ben trovata.

    RispondiElimina
  16. E' la stagione giusta! Tutto buono!

    RispondiElimina
  17. Sergio grazie della visita!
    Devi essere un buon intenditore :)
    Ciao

    RispondiElimina
  18. 1) I cannolicchi non li ho mai mangiati (mi facevano "senso") ma li pescavo con le mani!!
    2) le cicale, come insegnava mia nonna, sono fondamentali per la riuscita di una buona zuppa di pesce e....per la cena di capodanno ;)
    ciao.
    Fausto.

    RispondiElimina
  19. Ma ciaoo!!!
    Caro il mio anonimo, allora si può già fare il menù per la cena di capodanno... ;)
    Bacio

    RispondiElimina

Se possibile, non commentare come "Anonimo": nel sottostante menù a tendina è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi non ha un blog/sito può lasciare vuoto il campo "URL".