mercoledì 18 giugno 2008

melanzane alla parmigiana

Questa ricetta è un pò più leggera dell'originale, le melanzane infatti non sono fritte ma alla griglia (considerando il fatto che i valori del colesterolo sono un pò altini), ma il risultato è comunque molto gustoso.

Affettiamo le melanzane almeno un'oretta prima di grigliarle e mettiamo il sale su ogni fetta lasciando buttar fuori il loro liquido.



Grigliamo le melanzane e prepariamo gli altri ingredienti: la mozzarella tagliata e fettine, il parmigiano grattugiato, il sugo di pomodoro con l'aglio, volendo aggiungiamo anche il prosciutto.



A questo punto si uniscono tutti gli ingredienti a strati. Si comincia con il pomodoro e si termina con una bella dose di parmigiano reggiano grattugiato.

A me piace molto anche l'effetto cromatico di questo piatto.

Così si presenta prima della cottura in forno:



Così dopo una ventina di minuti in forno a 180 gradi.



Un consiglio: se le preparate stasera, sono molto più buone domani a mezzogiorno.


18 commenti:

  1. Oooooh, che bontàààààà!!!!
    :-)
    Ho messo la faccina sorridente perchè quella con l'acquolina in bocca non so come farla... He! He! He!
    Ricetta da provare senz'altro, soprattutto per una come me che va pazza, letteralmente, per le melanzane e le parmigiane!

    RispondiElimina
  2. le melanzane alla parmigiana sono uno dei miei piatti "forti"...ma le ho sempre rigorosamente fritte...in effetti sono una bomba calorica! La prossima volta adotto il tuo sistema ;)
    Un bacio!
    Cris

    RispondiElimina
  3. se prendo il treno stamattina faccio in tempo ad essere lì per mezzogiorno?
    p.s. è vero, la parmigiana della cristina è una bontà.

    RispondiElimina
  4. belle e buone, a occhio...

    RispondiElimina
  5. Anche qui si usa grigliarle.
    Pero' si devono mettere rigorosamente in una teglia rettangolare..come una lasagna.
    Davvero bellissime, sembra di sentire il profumino, brava.
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Non mi piacciono. Posso avere una cotoletta?
    :)

    RispondiElimina
  7. Oggi abbiam mangiato la pasta con le sarde; le melanzane alla parmigiana, domenica.
    Ps.: dal Veneto alla Sicilia: mi sa che i parmigiani si offendono.

    RispondiElimina
  8. River, perchè in Sicilia la melanzana si chiama Norma?

    RispondiElimina
  9. Viviana, sei una buongustaia!
    Ti rimando la faccina sorridente, chiederò agli esperti come si fà la faccina con l'acquolina :-)

    Cris, già lo sapevo che sei una brava cuoca!!

    Fausto, finita tutta... (Cris, ecco chi me l'ha detto ;-) )

    Em, direi di si dalla velocità con cui sono state divorate...

    Suby, hai ragione, ma ho solo questa teglia in vetro e sai... in foto venivano meglio!

    Paloz, o mangi sta minestra o salti sta finestra! eheh

    River, come si fa la pasta con le sarde? Mi stuzzica

    Novalis, và che sei curioso, eh!

    RispondiElimina
  10. Gaz, Gaz... quando finirai di prenderci così per la gola? ;-)

    RispondiElimina
  11. E io che son diventato: un ricettatore di ricette en passant?
    -> Novalis: in Sicilia la melanzana non si dice Norma, ma "milinciana". La pasta alla Norma è condita appunto con milinciane fritte, puma d'amuri (pomodori), ricotta salata e basilicò (basilico). Il primo a parlare di Norma fu il commediografo Nino Martoglio, che di fronte a tanto bendidio, esclamò: "Ma questa è una Norma!", riferendosi alla qualità superiore dell'opera lirica di Bellini. E questo è tutto!
    -> Gaz: sulla pasta con le sarde devo chiedere a mia moglie. Ti farò sapere.

    RispondiElimina
  12. -> Gaz: Pasta con le sarde (in bianco o con salsa di pomodoro)
    Ingredienti: 600 gr. di maccheroncini, 5 mazzi di finocchietti di montagna, 100 gr. di sarde salate (meglio le sardine fresche, diliscate), 50 gr. di passoline e pinoli, 1 cipolla, olio, sale, pepe.

    Pulire i finocchietti e lessarli in abbondante acqua salata. Soffriggere in padella la cipolla grattugiata. Appena dorata, aggiungere le passoline e i pinoli, i finocchietti ben scolati e triturati e, in ultimo, le sarde diliscate e ben pulite. Mescolare per fare sciogliere le sarde e lasciare insaporire sul fuoco per qualche minuto, allungando il condimento con un mestolo d'acqua di cottura della verdura. Lessare la pasta nell'acqua di cottura dei finocchietti, scolarla al dente e condirla in una zuppiera, lasciando riposare qualche minuto prima di portare in tavola.
    Bon appetit!

    RispondiElimina
  13. Ross, sono dispettosa, lo faccio apposta ;-)

    River, ricettattore, ancora meglio!!
    La pasta con le sarde deve'essere davvero buona, la proverò senz'altro, ringrazia tua moglie!

    RispondiElimina
  14. Anch'io come Cris le ho sempre fritte, saranno anche caloriche, ma chise ne frega! Una volta tanto! Io poi le metto a strati, per ogni strato mozzarella, sugo e parmigiano.
    "Melaaaanzaaane" (con la voce alla Homer)
    Mika

    RispondiElimina
  15. Uff.. nostalgia canaglia...
    non hai pietä per chi come me va avanti a würst e knödel... o come cacchio si chiamano.

    RispondiElimina
  16. Mika, hai ragione, ecchissene...

    Ertnas, dai, almeno la bionda (intesa come birra) lì sarà buona!
    Un bacione

    RispondiElimina
  17. Già già, comunque oggi ho superato me stessa: in spiaggia, stabilimento, temperatura all'ombra 35°C, al sole sublimazione...si pranza con un bel piatto di Peperoni gratinati... (oltre all'insalata di mare e alle patate fritte). Digestione prevista per il giorno di ferragosto.
    Mika

    RispondiElimina
  18. Hem... ho un po' di vergogna ma... passando di qui mi sono imbattuta ancora in queste melanzane acquolinose e... che diamine, non sono neppure le 10 di mattina e già sto sbavando senza ritegno!!!

    RispondiElimina

Se possibile, non commentare come "Anonimo": nel sottostante menù a tendina è possibile inserire un nickname scegliendo "Nome/URL". Chi non ha un blog/sito può lasciare vuoto il campo "URL".